L’arte di Alfredo Jaar

Alfredo Jaar è un artista, architetto e filmmaker che vive e lavora a New York. Le sue opere sono state esposte in tutto il mondo.

Ha partecipato alla Biennale di Venezia (1986, 2007, 2009, 2013), di San Paolo (1987, 1989, 2010) e a Documenta, Kassel (1987, 2002).

Tra le principali mostre personali:

The New Museum of Contemporary Art, New York (1992); Whitechapel, Londra (1992); The Museum of Contemporary Art, Chicago (1995); Macro - Museo d'Arte Contemporanea Roma, Roma (2005); Moderna Museet, Stoccolma (1994).

Tra le recenti rassegne a lui dedicate si ricordano quelle presso:

Musée des Beaux Arts, Losanna (2007); Hangar Bicocca, Milano (2008); Alte Nationalgalerie, Berlinische Galerie and Neue Gesellschaft fur bildende Kunst e.V., Berlino (2012); Rencontres d’Arles, Arles (2013); KIASMA, Helsinki (2014), Yorkshire Sculpture Park, UK (2017); ZEITZ Museum, Città del Capo, Sud Africa (2020).

L’artista ha realizzato più di settanta interventi pubblici in tutto il mondo. Gli sono state dedicate oltre sessanta monografie. Vincitore della Guggenheim Fellowship nel 1985 e della MacArthur Fellowship nel 2000, ha ricevuto l’Hiroshima Art Prize nel 2018 e lo Hasselblad Award in 2020.

Tra le principali collezioni che ospitano il suo lavoro:

The Museum of Modern Art e Guggenheim Museum, New York; Art Institute of Chicago e Museum of Contemporary Art, Chicago; MOCA e LACMA, Los Angeles; MASP, Museu de Arte de São Paulo, San Paolo; TATE, Londra; Centre Georges Pompidou, Parigi; Nationalgalerie, Berlino; Stedelijk Museum, Amsterdam; Centro Reina Sofia, Madrid; Moderna Museet, Stoccolma; MAXXI e MACRO, Roma; Louisiana Museum of Modern Art, Humlaebeck; MAK e MUMOK, Vienna; Hiroshima City Museum of Contemporary Art e Tokushima Modern Art Museum, Giappone; M+, Hong Kong; MONA, Tasmania.

Immagine: Alfredo Jaar, Infinite Cell, 2004, Collezione MAXXI, Foto Roberto Marossi, Courtesy Fondazione MAXXI